Come evitare i furti della moto e cosa fare quando accadono

Come sappiamo i furti di moto in Italia, come nel mondo, sono all’ordine del giorno. Solo nel 2018 in Italia si sono registrati, secondo i dati forniti dalla Polizia di Stato, circa 38.000 furti di moto.

Rubare una moto può essere un gioco da ragazzi, non solo per i professionisti del mestiere: bastano infatti 3 / 4 persone per sollevare una moto e caricarla su un furgone, in tempi che vanno dai 10 secondi a un massimo di 2 minuti.

Ovviamente non esistono metodi sicuri per scongiurare che la nostra moto ci venga rubata, ma possiamo comunque adottare degli accorgimenti per ridurre la probabilità che ciò avvenga.

  • Assicurarsi di aver messo il blocca sterzo: può sembrare banale, ma molti furti avvengono quando lo sterzo è sbloccato.
  • Parcheggiare la moto in garage o nel box: è bene spendere qualche minuto in più per riporre la propria moto in un posto sicuro ed evitare di lasciarla nel vialetto di casa. Una moto chiusa sotto chiave infatti è molto più difficile da rubare. Se lasciata in strada sarebbe molto utile coprirla con un telo o con una copertura anonima, evitando invece il telo coprimoto del modello in questione, che attirerebbe maggiormente l’attenzione.
  • Parcheggiarla con altre moto: le moto parcheggiate in gruppo scoraggiano i malintenzionati, perché più motociclette sono parcheggiate in un’area più persone vanno e vengono.

  • Assicurare la moto ad un oggetto fisso: se si lascia in strada per un qualsiasi motivo, è bene assicurare la moto ad un oggetto fisso che non può essere rimosso. Saranno necessari catena e lucchetto pesanti resistenti ad un taglia-bulloni o tronchesi. Rubare la moto in questo caso richiederà più tempo e quindi farà desistere il ladro…si spera!
  • Usare più metodi di bloccaggio: per la stessa logica del punto precedente, assicurare la moto con più metodi di bloccaggio renderà più difficile il furto. La maggior parte dei truffatori infatti vuole che il lavoro sia più facile e rapido possibile per evitare di essere scoperti. Per esempio si può utilizzare una catena con lucchetto, un blocca sterzo, e anche un blocca freno. Bisogna allungare al massimo il tempo che potrebbe servire per rubare la moto e contemporaneamente scoraggiarne il furto.
  • Installare un allarme acustico che può far allontanare i ladri: questi infatti temendo di essere scoperti, abbandoneranno la missione. È bene sceglierne uno molto rumoroso.
  • Installare un allarme GPS. Può rappresentare una sicurezza in più, anche se i ladri hanno trovato un modo per raggirarlo: avvolgono il motore della moto o dove c’è il modulo GPS con una coperta come quelle usate dai radiologi e poi caricano la moto su un furgone schermato dove il GPS perde il segnale.

Non lo auguriamo a nessuno, ma se dovesse accadere è bene cercare di non farsi assalire dalla rabbia e fare una cosa: denunciare subito il furto anche telefonicamente chiamando il numero unico 112. Dando tempestivamente più dettagli possibili alle forze dell’ordine si faciliterà la ricerca della moto già nelle prime ore e si eviterà anche che eventuali reati commessi dai ladri ricadano su di noi.

Infine mai cedere ai ricatti per ritornare in possesso della propria moto: non è assicurato che se ne ritorni in possesso e, magari, i ladri vista la disponibilità a pagare potrebbero rubare una seconda volta la moto. E poi, in ogni caso, si rischia una denuncia per favoreggiamento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...